Intervista a Luca Basili - Smart Space

Intervista a Luca Basili

Luca qual è il tuo ruolo in Smart Space e di cosa ti occupi?

Sono uno sviluppatore software all’interno di Smart Space.
Il mio compito è l’implementazione prototipale (e non) di soluzioni tecnologiche innovative che favoriscano la trasformazione digitale nel settore delle costruzioni con l’obiettivo di semplificare il flusso di informazioni e la gestione dei processi in tale contesto.
Tra le soluzioni rientrano gli ambiti della Smart Safety nei cantieri e nelle opere edili e civili, dal monitoraggio dei rischi ambientali (come gli eventi sismici) alla localizzazione indoor/outdoor basata su dispositivi Ultra Low Power.
Nel contesto della trasformazione digitale legata alla gestione dei processi interni sono coinvolte le soluzioni basate su BlockChain e Smart Contracts per la notarizzazione distribuita di eventi logistici, di attività di modifica dei progetti BIM e di procedimenti di approvvigionamento materiali.

Quali sono secondo te le caratteristiche che deve avere un bravo sviluppatore software?

 Tra le caratteristiche principali di un bravo sviluppatore software rientrano sicuramente una forte dedizione per il proprio lavoro ed una spiccata inclinazione per l’analisi e lo studio di tecnologie nuove ed emergenti; un bravo sviluppatore software deve prestare molta attenzione al costante aggiornamento del proprio background.
Un altro aspetto fondamentale che contraddistingue un bravo sviluppatore software è la capacità di saper individuare le criticità di un sistema, analizzare vantaggi e svantaggi di una soluzione, essere scrupolosi in fase di sviluppo.

 Quali sono i principali vantaggi e le potenzialità dei linguaggi informatici?

Ogni linguaggio informatico nasce per affrontare una classe di problemi più o meno ampia in un contesto specifico.
In generale, le potenzialità ed i vantaggi di tutti i linguaggi informatici sono la capacità di sostituirsi in modo più efficiente ed automatizzato al lavoro di manodopera richiesto in alcuni contesti.
Inoltre, alcuni linguaggi informatici consentono di garantire un elevato grado di flessibilità e modularità nella definizione degli step di un determinato algoritmo; è possibile, ad esempio, modificare con rapidità gli aspetti legati ad un processo di cantiere e rendere accessibile con estrema semplicità tali modifiche alle persone coinvolte nel processo.


Cosa significa per te innovazione tecnologica e come può il tuo lavoro aiutare il settore delle costruzioni ad affrontare con successo la grande sfida della digitalizzazione?

In generale, l’innovazione tecnologica è il risultato di un processo che coinvolge diversi professionisti di settore e mira ad introdurre nuovi prodotti e nuovi servizi, nonché nuovi metodi per produrre, distribuire ed usare tali prodotti e servizi.
Si può senz’altro affermare che l’innovazione tecnologica sia un processo sociale di natura dinamica.
Nella mia ottica l’innovazione tecnologica è un’opportunità che offre ad aziende ed imprese nuovi stimoli di natura economica e commerciale per l’incremento della propria produttività e competitività; ad esempio, snellire i flussi di lavoro coinvolti nei processi di cantiere o impiegare soluzioni innovative che consentano di rendere più efficiente il monitoraggio di opere edili e civili può migliorare sensibilmente la percezione in termini di qualità dei luoghi di lavoro e tale trasformazione ha come diretta conseguenza la riduzione dei rischi di errore, la costante salvaguardia della sicurezza per ciò che concerne la salute degli operai di cantiere, il risparmio in termini economici dei processi legati a procedure notarili più evolute, accessibili e molto più fruibili.
La sfida del cantiere “digitale”, ossia di un ambiente versatile e multifunzionale che consenta di raccogliere informazioni tecniche di progetti, dati di monitoraggio circa l’andamento dei lavori ed indici di rischio per la tutela della salute degli operai, può contribuire in modo determinante ad una gestione intelligente ed ottimizzata delle risorse e del personale.

Sei un esperto di BlockChain, quali sono i vantaggi di questa tecnologia e che tipo di impatto hanno sul settore delle costruzioni gli smart contracts a supporto della tracciabilità dei materiali e della notarizzazione degli avanzamenti di lavori in cantiere?

La tecnologia BlockChain garantisce numerosi vantaggi tra cui:


– una struttura decentralizzata, in cui le informazioni non vengono memorizzati all’interno di un singolo computer ma all’interno di una rete distribuita di nodi; ciò ha come diretta conseguenza la sicurezza dei dati, poiché l’informazione viene replicata in ogni nodo e gli attacchi malevoli non possono compromettere l’integrità dei dati;

– l’immutabilità. Infatti, le transazioni ed i dati registrati all’interno dei blocchi sono permanenti;

– la tracciabilità, che consente di accedere in qualunque momento ai dati validati da un meccanismo di raccolta del consenso all’interno della rete.

L’impiego della tecnologia BlockChain per la notarizzazione degli avanzamenti di lavori in cantiere mediante smart contracts potrebbe rappresentare il punto di svolta per l’archiviazione di tutte le fasi di un progetto tecnico in modo semplice e veloce; la memorizzazione di tali fasi è, inoltre, esente da tentativi di falsificazione.
La registrazione dell’intero ciclo di vita di un progetto in costruzione in una BlockChain consentirà alle persone autorizzate la consultazione di tutte le fasi certificate del processo tecnico; ciò può rivelarsi molto utile, ad esempio, nel caso di requisiti normativi.
La tracciabilità dei materiali potrebbe risolvere in via definitiva le problematiche legate alle certificazioni del prodotto poiché una BlockChain può archiviare anche garanzie e test di certificazione.

Cosa ne pensi dell’uso e dell’evoluzione delle App Mobile per la digitalizzazione e la semplificazione delle attività di verifica e compilazione delle checklist di ispezione?

L’App Mobile per la digitalizzazione e la compilazione delle checklist di ispezione è un validissimo strumento di supporto alle attività in campo poiché, grazie ad un’interfaccia molto semplice, è possibile fornire in modo rapido e veloce i dati di ispezione generando automaticamente dei report per la verifica dell’attività.
L’App Mobile permetterebbe di archiviare in modo organizzato tutte le checklist e di filtrare in maniera intuitiva le ispezioni che si desidera verificare.

 Quali sono i valori di Smart Space nei quali ti riconosci?

I valori di Smart Space in cui mi riconosco sono certamente la naturale inclinazione alla ricerca e all’innovazione e la volontà costante di crescita professionale alimentata dal desiderio di mettersi continuamente in gioco per far sì che l’innovazione diventi l’obiettivo principale del proprio lavoro.
Sono fermamente convinto della necessità di cogliere al volo l’opportunità di implementare sistemi che favoriscano la trasformazione digitale poiché la propria crescita professionale non può prescindere da una naturale spinta all’innovazione.